Gli organismi di controllo INEQ (Istituto Nord Est Qualità) e IPQ (Istituto Parma Qualità)


Al fine di accrescere la credibilità dei salumi D.O.P. e I.G.P., il Regolamento n° (UE) 1151/12 prevede una struttura di controllo che garantisca il rispetto dei rigorosi disciplinari di produzione. È evidente che la realizzazione di questo tipo di controllo imparziale costituisce una garanzia che solo i salumi tutelati possono vantare.

Dopo la registrazione delle prime D.O.P. (Prosciutto di Parma e del Prosciutto di San Daniele, nel 1996), si rese quindi necessario organizzare anche in Italia un sistema di vigilanza "terzo ed indipendente".

I Consorzi di Tutela e tutte le componenti della filiera suinicola (associazioni agricole, dei suinicoltori e dei macellatori), progettarono la costituzione degli Istituti di controllo. Per questo nel dicembre del 1997, costituirono i due Istituti, IPQ e INEQ, sorretti da statuti che garantiscono, da un lato, la pariteticità delle parti nelle tematiche societarie e della rappresentatività e, dall'altro, l'assoluta autonomia operativa nel rispetto dichiarato della Norma EN 45011. I comitati di certificazione contemplano obbligatoriamente una rappresentanza delle associazioni rappresentative dei consumatori.

Questi due organismi sono accreditati ACCREDIA.

www.ineq-ipq.it