News

  • Il punto di vista del Presidente

    Dai dati export ai dazi in USA, dall'allarme dei prezzi della materia prima in Europa alla Brexit, fino alla proroga dell'embargo russo a fine 2020, sono molti i temi che delineano un quadro delicato per il nostro settore. Il commento del Presidente ASSICA Nicola Levoni.

  • Aumento IVA: a rischio oltre 30.000 lavoratori del comparto salumi

    “Apprendiamo con seria preoccupazione l’ipotesi di operare aumenti IVA selettivi per determinate categorie di beni, tra cui i salumi, per i quali è in discussione di portare l'imposta dall'attuale 10% al 13%" - afferma Nicola Levoni, Presidente di ASSICA. "Sul nostro settore, già in grande sofferenza per il fortissimo aumento dei prezzi della materia prima, avrebbe effetti disastrosi".

  • Dazi USA: nessun incremento per prosciutti crudi e prosciutti cotti

    Dal 18 ottobre i dazi aumenteranno del 25% su salami, mortadelle e altre preparazioni di carne

    I dazi USA scatteranno il 18 ottobre, la tariffa che si abbatterà sull’agroalimentare Made in Italy sarà pari al 25%. Tra i prodotti che saranno colpiti dal dazio aggiuntivo del 25% ad valorem rientrano i salami e le mortadelle: esclusi i prosciutti crudi stagionati, lo speck e i prosciutti cotti.

  • Da ASSICA allarme per i prezzi delle materie prime: è a rischio la filiera dei salumi

    “La situazione del settore suinicolo è molto preoccupante: senza adeguamenti dei prezzi finali è a rischio la nostra filiera” afferma Nicola Levoni Presidente di ASSICA, Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi, aderente a Confindustria. Questo grido di allarme arriva dopo un lungo periodo in cui si è assistito ad un forte rincaro della carne suina dovuta principalmente al forte aumento della domanda in Cina a seguito della rapida diffusione della peste suina africana (PSA), malattia che colpisce esclusivamente i suini e non ha alcuna implicazione per l’uomo ma la cui diffusione può essere fermata unicamente con l’abbattimento dei capi infetti.

  • ASSICA: grande soddisfazione di tutto il settore per l’apertura del mercato cinese alle carni suine

    Dopo oltre 15 anni di lunghe e complesse negoziazioni, le Autorità Doganali cinesi (GACC) hanno confermato ufficialmente l’approvazione del certificato sanitario e della lista dei macelli autorizzati ad esportare in Cina carni suine congelate e sottoprodotti della macellazione.

  • Rapporto Annuale: disponibile l'edizione 2018

    L'analisi complessiva della politica settoriale, delle attività dell'Associazione e dello scenario economico del settore.

  • Salumi italiani, dati 2018: fatturato, produzione, consumi ed export

    Il saldo commerciale del settore ha registrato un incremento del +1,5% per oltre 1,3 miliardi di euro. L'export ha raggiunto quota 181.997 ton (+1,0%) per un valore di 1,5 miliardi di euro (+0,3%).

  • Export Singapore: aperto il mercato ai prodotti a base di carne bovina

    A seguito di una lunga trattativa del Ministero della Salute italiano con la Singapore Food Agency (SFA), ai nostri prodotti fatti con carne suina si aggiungono anche quelli di carne bovina, come la bresaola italiana

  • Roma ospiterà l'Assemblea Annuale dei Soci ASSICA

    "SCENARI INTERNAZIONALI E PROSPETTIVE FUTURE PER LA FILIERA DEI SALUMI ITALIANI", è questo il titolo del convegno che verrà animato dagli interventi dei vertici dell'Associazione e dai rappresentanti delle Istituzioni. Appuntamento per il 13 giugno a Roma, Tennis Club Parioli.

  • Accreditamento della Malattia Vescicolare del Suino: ASSICA al convegno in Calabria

    "Accreditamento della Malattia Vescicolare del suino: una grande opportunità di sviluppo per la Regione Calabria e l’Italia": è questo il titolo della tavola rotonda che il 14 maggio si è svolta a San Demetrio Corone (CS) presso la sede del Chiostro del Collegio di Sant’Adriano, dove sono intervenuti i principali attori istituzionali e i tecnici protagonisti che hanno lavorato dal 2016 per raggiungere l’obiettivo di accreditamento della Regione Calabria per la malattia vescicolare.