News

Verso l’applicazione provvisoria del CETA UE-Canada

Sono state pubblicate sulla GUUE la Decisione (UE) 2017/37 del Consiglio, del 28 ottobre 2016, relativa alla firma, a nome dell’Unione europea, dell’Accordo economico e commerciale globale (CETA) tra il Canada, da una parte, e l’Unione europea e i suoi Stati membri, dall’altra (entrata in vigore lo stesso 28 ottobre 2016) e la Decisione (UE) 2017/38 del Consiglio, del 28 ottobre 2016, relativa all’applicazione provvisoria dell’Accordo.

La prima ha autorizzato, a nome dell’Unione europea, la firma del CETA, con riserva della sua conclusione (ossia a condizione che siano rispettate le procedure necessarie per la sua conclusione in una data successiva).
Firma avvenuta, come noto, il 30 ottobre 2016 in occasione del vertice UE-Canada tenutosi a Bruxelles dopo settimane di dibattito e di negoziato a tappe forzate, tre giorni dopo la data fissata per via del veto posto dalla Regione belga della Vallonia, che nel corso delle due settimane precedenti alla firma aveva chiesto rassicurazioni sull’impatto che il trattato commerciale avrebbe avuto sull’economia locale. La costituzione belga prevede, infatti, che il Governo federale non possa firmare un accordo internazionale senza che vi sia il benestare espresso di tutte le Regioni del Paese.

La seconda ha stabilito, in conformità all’art. 30.7, dell’accordo stesso, la possibile applicazione in via provvisoria degli articoli relativi a “Investimenti” e “Servizi finanziari”.
Nel mese di gennaio, prima la Commissione Ambiente e Sicurezza (ENVI) poi la Commissione per il Commercio Internazionale del Parlamento (INTA) hanno approvato il Trattato.

È il primo passo importante che apre la strada all’entrata in vigore provvisoria dell’Accordo, che avverrebbe dopo il voto (con esito positivo) in plenaria del Parlamento europeo, previsto per metà febbraio o, al più tardi, per il mese di marzo prossimo.
Il successivo passaggio riguarda il processo di ratifica dell’Accordo da parte dei Parlamenti nazionali che sancirà l’attuazione definitiva del Trattato.