News

ASSICA: grande soddisfazione di tutto il settore per l’apertura del mercato cinese alle carni suine

Da oggi, finalmente, le carni suine italiane possono raggiungere l’ambito mercato della Repubblica Popolare di Cina, fino ad ora accessibile solamente ai prosciutti crudi e ai prodotti cotti.
Dopo oltre 15 anni di lunghe e complesse negoziazioni, le Autorità Doganali cinesi (GACC) hanno confermato ufficialmente l’approvazione del certificato sanitario e della lista dei macelli autorizzati ad esportare in Cina carni suine congelate e sottoprodotti della macellazione.
“Ringrazio il Ministero della Salute che, con lo straordinario e preziosissimo supporto della nostra Ambasciata a Pechino, ha lungamente lavorato con competenza e abnegazione per arrivare alla conclusione del complesso dossier per l’apertura del mercato alle produzioni suine italiane” ha dichiarato il Presidente di ASSICA Nicola Levoni.
“Senza la costanza e la determinazione che le nostre Istituzioni hanno dimostrato in questi anni” – prosegue Levoni – “non avremmo raggiunto questo eccellente risultato che, posso con orgoglio affermare, è anche un po’ frutto della collaborazione che ASSICA ha sempre garantito in tutte le fasi delle trattative con le Autorità cinesi”. “L’autorizzazione di 9 impianti di macellazione italiani ad esportare carni suine in Cina è motivo di grande soddisfazione e crea concrete aspettative affinché anche gli altri dossier per l’apertura del mercato ai prodotti di salumeria a breve stagionatura e per l’ampliamento del numero di aziende autorizzate possano concludersi positivamente”, ha concluso Levoni.