News

Più proteine nel carrello: l'indagine IRi per TUTTOFOOD

ASSICA parteciperà all'edizione 2021 di TUTTOFOOD, con un presidio fisso nel padiglione TUTTOMEAT e un ciclo di incontri dedicati agli operatori del settore. I dati di mercato mostrano al momento segnali in generale abbastanza positivi, come si legge in una nota pubblicata sul sito ufficiale della manifestazione, che riportiamo qui.

Se da un lato sono buone le performance delle Carni Confezionate, dall’altro crescono in modo significativo un po’ tutti i comfort food. Stabile il Bio, rimbalza il Beverage.

Con il ritorno dalle vacanze si moltiplicano i dati sui consumi. Ma quali sono le tendenze che questi numeri ci rivelano? Proviamo a vedere cosa emerge analizzando le rilevazioni sulle vendite di alimentare confezionato nella distribuzione organizzata effettuate per TUTTOFOOD da IRi. Innanzitutto, va notato che in generale continua il consolidamento della crescita. Da gennaio a luglio 2021, infatti, le vendite hanno sfiorato i 30 miliardi in valore (29.826 milioni di euro) con un incremento dell’1,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un incremento ancora più significativo se si considera che il primo semestre del 2020 include il periodo del primo lockdown, che aveva visto un vero e proprio boom nelle vendite di prodotti alimentari.


Ma è guardando alle merceologie che si possono trarre indicazioni utili a capire in che direzione stanno andando le tendenze di consumo. Emerge con chiarezza, ad esempio, che gli italiani vogliono continuare a trattarsi bene. Nel complesso, infatti, sono in crescita un po’ tutti i comfort food: da gennaio a luglio, i Fuori Pasto Dolci crescono del 4,6% superando il miliardo di euro in valore (1.001 milioni), mentre per i Prodotti da Ricorrenza il rimbalzo è addirittura del 42% con vendite per oltre mezzo miliardo (561 milioni). La bella stagione invece ha portato voglia di freschezza: a luglio i Gelati hanno segnato un +9,8% rispetto allo stesso mese del 2020, con vendite per 164 milioni di euro. Ma crescono anche i Freschi Dolci, che con 26 milioni di vendite hanno registrato un +8,1%, e gli Yogurt, che crescono invece del 4,4% portandosi a 113 milioni di euro.

Salutismo, ma anche voglia di uscire
La sempre maggiore attenzione verso diete con più proteine si riflette nelle buone performance della Carne Confezionata, che a luglio festeggia un +7,8%, con vendite per 71 milioni di euro, mentre da inizio anno l’incremento è del 3% e le vendite superano il mezzo miliardo (564 milioni). Sempre in tema di attenzione al fitness e al salutismo si segnala la tenuta del Bio, che nel semestre ha venduto per circa un miliardo (994 milioni) e a luglio è cresciuto dell’1,3%. Ma gli italiani non vogliono solo stare bene, vogliono anche uscire: lo suggerisce il rimbalzo del Beverage, molto legato al fuoricasa, che a giugno è cresciuto a doppia cifra del 47,9%. Una tendenza, quest’ultima, confermata anche dai dati Coldiretti: nella stagione estiva, due italiani su tre (65%) hanno scelto di mangiare fuori, generando incassi per oltre 20 miliardi.

(fonte: Tuttofood.it)